Studente vittima di bullismo: identificati i quattro aggressori

19.04.2017

La denuncia contro ignoti ai carabinieri di Stresa ha avuto il coraggio di sporgerla a febbraio. Aveva appena ricevuto la prima pagella e il suo rendimento scolastico non era un granché. Ai genitori sembrava una scusa per giustificarsi delle insufficienze e invece sul suo scarso profitto incidevano davvero le vessazioni che ogni giorno doveva subire da un gruppo di quattro compagni di scuola che gli uomini dell'Arma hanno identificato.   



La vittima di bullismo ha 15 anni e abita fuori provincia, frequenta una delle prime classi dell'istituto alberghiero Maggia e così pure i quattro coetanei che negli scorsi mesi gli hanno reso la vita impossibile. Le angherie si consumavano soprattutto nel tragitto da casa a scuola e viceversa: tutti e cinque prendono il treno e il bersaglio di offese e pesanti dispetti si è ritrovato più di una volta lo zaino nascosto nei servizi igienici tra gli scompartimenti e in quelli della stazione. Da ultimo la borsa con tutti i libri gli è sparita e non l'ha più trovata, come del resto il telefonino.

Ai carabinieri il quindicenne ha anche riportato gli epiteti sgradevoli che di continuo gli venivano rivolti e di quella volta che l'abbonamento del treno gli è stato preso e strappato in faccia.

Ad appurare che la vittima dei quattro - tre italiani e uno di origini albanesi, tutti residenti nelle province di Novara e Varese - non si fosse inventata niente ma dicesse la verità sono state le indagini condotte ascoltando oltre trenta persone tra insegnanti e studenti di una scuola - il Maggia - molto rigorosa sul piano educativo e che ancora prima dell'autorità giudiziaria interverrà con provvedimenti disciplinari nei confronti dei quattro identificati come autori di atti di bullismo. I carabinieri per procedere nei loro confronti attendono disposizioni dalla Procura del tribunale dei minori di Torino, che ha chiesto di completare l'indagine con approfondimenti tecnici.


Fonte (https://www.lastampa.it)