#OltreilBullismo

10.06.2018

Il bullismo consiste in prepotenze, umiliazioni che uno o più ragazzi infliggono ai più deboli (vittime). Per "bullo" s'intende un ragazzo che si crede più forte e furbo degli altri. 


  I mass-media ci fanno credere che al mondo esista la "legge della giungla", cioè che i forti prevalgono sui deboli, creando quindi modelli negativi per la gioventù. L'antieroe si dimostra più intrigante del ragazzo bravo e gentile, di conseguenza una causa del bullismo può essere la televisione.

Il bullismo normalmente nasce tra i banchi di scuola per arrivare addirittura tra i ragazzi ventenni. La vittima quasi sempre non ne parla con gli adulti, a volte però le minacce vengono troppo pesanti e il perseguitato è spesso assente a scuola, ruba denaro in casa e in giro, non è mai completamente presente psicologicamente.