Nei primi anni

01.05.2019

Il bullismo può iniziare dai  bambini di 3 anni. Nei primi anni abbiamo una buona opportunità per capire e influenzare il modo in cui i bambini giocano e comunicano insieme. 

Il bullismo ha quattro aspetti chiave:

  • È doloroso
  • È intenzionale
  • È ripetitivo
  • Comporta uno squilibrio di potere

La definizione del bullismo è molto importante per capire quando si valuta la differenza tra "conflitto relazionale" - dove c'è un "abbandono" tra gli individui - e quando punta l'equilibrio al bullismo.

Ad esempio, se Rashid e Ava stanno discutendo su un giocattolo. Rashid prende il giocattolo e poi Ava lo riprende e viceversa. Questo è probabilmente un conflitto relazionale in cui condividono l'equilibrio del potere. Questo non significa che non dovrebbe essere sfidato, semplicemente non è bullismo. Prendi lo stesso esempio, ma questa volta ogni volta che Rashid usa il giocattolo Ava lo strappa via. Questo succede per un numero di giorni. In questo esempio il conflitto relazionale ora è prepotente. È ripetitivo, sembra esserci intento nell'azione, è doloroso e il potere sembra essersi spostato perché Ava mostra continuamente forza su Rashid.

I bambini hanno il diritto di giocare in un ambiente sicuro e solidale. Se sei un assistente all'infanzia o all'asilo, è importante sapere come affrontare il bullismo. Se un bambino è vittima di bullismo o vuoi solo impedire che ciò accada, ecco i nostri suggerimenti anti-bullismo per te.

  • Il bullismo non è un "rito di passaggio". È ben studiato il fatto che il bullismo causi danni a lungo termine sia alla persona che riceve il destinatario, sia a coloro che fanno il prepotente. Il difficile comportamento di bullismo nei primi anni ti dà una grande opportunità di "stroncarlo sul nascere".
  • Non è colpa di un bambino se è vittima di bullismo. Ai bambini non dovrebbe mai essere detto di ignorarlo o di cambiare se stessi. Sono i bambini che fanno il bullismo a dover cambiare il loro comportamento e il loro atteggiamento.
  • I bambini devono essere supportati a parlare se pensano che qualcuno non sia gentile con loro. Hanno bisogno di sentirsi a proprio agio per parlarne con un adulto.
  • Assicurati di avere una politica anti-bullismo ed è aggiornata, accessibile gratuitamente e promossa regolarmente, e chiarisce in che modo risponderai al bullismo come una comunità. Condividilo anche con i genitori.
  • Non etichettare un bambino come un "bullo". Questa è un'etichetta non è utile e dice che il bullismo è qualcosa che sei piuttosto che una scelta di comportamento che puoi cambiare. Invece, parla del bullismo.
  • Lodare il comportamento positivo e le interazioni tra i bambini
  • Comportamento positivo del modello di ruolo tra personale e genitori
  • Usa la narrazione: ci sono molti libri che puoi usare o puoi usare le bambole per recitare scenari per esplorare l'empatia e coprire argomenti sensibili con i bambini, ad esempio sui bambini che non sono buoni amici o non giocano insieme bene.
  • Sfida stereotipi come "questi sono giocattoli per ragazzi" in modo positivo e amichevole
  • Sii chiaro su come i bambini dovrebbero comportarsi rispettosamente l'uno verso l'altro. Ad esempio: hai regole di base come non poter dire "non puoi giocare con me / noi"?
  • Incoraggia gli approcci restaurativi, incluso il sostegno ai bambini per esprimere i loro sentimenti in uno spazio sicuro e scusarsi reciprocamente in modi significativi.
  • Intraprendere attività di empatia che aiutano i bambini a imparare come esprimere i loro sentimenti e riconoscere le emozioni negli altri, discutendo sul modo in cui le persone sono diverse, parlando di gentilezza e aiutando gli altri a sentirsi meglio quando sono turbati.
  • Incoraggiare l'assertività nei bambini che potrebbero avere difficoltà a difendersi da soli. Ad esempio, puoi giocare a scenari di ruolo o intraprendere attività che mostrano ai bambini come esprimere le loro emozioni in modo chiaro e calmo.
  • Lavora con i genitori per assicurarti che comprendano il tuo approccio al bullismo e ai conflitti relazionali. Sono a conoscenza di segni a cui prestare attenzione nel caso in cui il loro bambino possa essere vittima di bullismo? Avere un percorso chiaro per loro di segnalare tutto ciò che potrebbe essere preoccupato per te. Sia chiaro che è importante non dire al proprio bambino di reagire perché ciò potrebbe peggiorare le cose.
  • Aiuta i bambini a dare un senso alle differenze: presenti atteggiamenti e messaggi positivi sulle differenze tra tutti noi e i benefici che tali atteggiamenti portano a tutte le persone.






Fonte:https://www.anti-bullyingalliance.org.uk/tools-information/all-about-bullying/early-years