La mamma condivide la storia straziante dopo che un ragazzino di 12 anni si è suicidato

04.01.2018

Kris Huntley, la madre in lutto che non è ancora pronta a parlare pubblicamente, vuole che la morte di suo figlio aumenti la consapevolezza su come le conseguenze del bullismo. 

"Questo mondo ha perso l'anima più luminosa e amorevole mentre il cielo ha conquistato l'angelo più bello", ha scritto sul post di Facebook.

'Il mio figlio più giovane, Kyler Alan Lucas, a soli 12 anni ha scelto di consegnare la sua vita al Signore per alleviare il suo estremo dolore dal bullismo a scuola ... Il mio dolce dolce ragazzo stava soffrendo un dolore insopportabile in silenzio e non ho potuto aiutare lui perché non lo sapevo. Non potevo vedere ... perché non è venuto da me? Perché non potrei vederlo? "

Il post include foto dopo foto di Kyler che sorride nella fotocamera.

"La cosa più difficile da trattare sono i genitori dei bambini che si sono suicidati", ha detto lo psichiatra Michael Rosen.

Il dott. Rosen dice che il suicidio infantile e il bullismo sono un'epidemia e spera che storie come quelle di Kyler aiuteranno i genitori a rendersi conto di quanto sia terribile.

"Non si rendono conto che i loro ambienti cambieranno e non sarà questo ambiente tossico quando andranno all'università e si trasferiranno in un ambiente di lavoro", ha spiegato.

Statisticamente, il bullismo si verifica nei campi di gioco della scuola ogni sette minuti e una volta ogni 25 minuti in classe.

E se quei numeri non ti spaventano, forse la storia di Kyler lo farà.