Cos'è la discriminazione?

20.03.2018

In parole povere, "discriminare" significa distinguere o fare una distinzione. 

Tuttavia, nel contesto del diritto dei diritti civili, la discriminazione illecita si riferisce a un trattamento ingiusto di un individuo (o gruppo) basato su determinate caratteristiche, tra cui:

  • Età
  • invalidità
  • Razza
  • Genere
  • Stato civile
  • Nazionalità
  • Religione
  • Orientamento sessuale

Discriminazione lecita e illegale

Non tutti i tipi di discriminazione violano le leggi statali che proibiscono la discriminazione. Alcuni tipi di disparità di trattamento sono perfettamente legali e non possono costituire la base per una causa per i diritti civili basata sulla discriminazione. Gli esempi seguenti illustrano la differenza tra discriminazione legale e illegale.

Esempio 1: 

il richiedente 1 , proprietario di due cani, compila una domanda per affittare un appartamento dal proprietario. Dopo aver appreso che il richiedente 1 è proprietario di un cane, il proprietario si rifiuta di affittare l'appartamento a lei, perché non vuole cani nel suo edificio. Qui, il proprietario non ha commesso una violazione dei diritti civili discriminando il richiedente 1 basandosi esclusivamente sul suo status di proprietario di animali domestici. Il proprietario è libero di rifiutare i candidati dell'appartamento che possiedono animali domestici.

Esempio 2:

Richiedente 2 , un uomo afroamericano, compila una domanda per affittare un appartamento dal proprietario. Dopo aver appreso che il richiedente 2 è un afroamericano, il proprietario si rifiuta di affittare l'appartamento a lui, perché preferisce avere inquilini caucasici nel suo edificio. Qui, il proprietario ha commesso una violazione dei diritti civili discriminando il richiedente 2 esclusivamente sulla sua razza. In base alle leggi federali e statali sull'alloggio e sulla discriminazione, il proprietario non può rifiutare i candidati dell'appartamento a causa della loro razza.

Dove può verificarsi la discriminazione?

Le leggi  statali proibiscono la discriminazione contro i membri dei gruppi protetti (identificati sopra) in una serie di impostazioni, tra cui:

  • Formazione scolastica
  • occupazione
  • alloggiamento
  • Benefici e servizi governativi
  • Servizi di assistenza sanitaria
  • Uso del suolo / suddivisione in zone
  • Prestito e credito
  • Strutture ricettive pubbliche (accesso a edifici e attività commerciali)
  • Trasporti
  • Voto