«Bulli, avete distrutto la vita di mio figlio»

20.02.2017

Francesca è la mamma di un bambino calabrese vittima di bullismo. In occasione della Giornata nazionale contro il bullismo, ha deciso di parlare ai bulli che hanno distrutto la vita di suo figlio


Luca, nome di fantasia, ha nove anni. 

Ama andare a scuola, trascorrere del tempo con i suoi amici, vivere la vita dei bambini. Poi all'improvviso, tutto cambia. Luca torna a casa sempre piangendo, dice a sua madre che in quella scuola non ci vuole più andare. 

Giorno dopo giorno la situazione peggiore e Luca inizia a vomitare, non riesce quasi più a camminare. È una vittima di bullismo. «Io non lo chiamo bullismo. Per me è un male che arriva all'improvviso e non sai quello che devi fare». 

A parlare, in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo, è Francesca, 40 anni, mamma di Luca. Un anno fa è corsa a scuola per soccorrere suo figlio.

 Era stato pestato da alcuni compagni nel cortile della scuola. Contusioni multiple, cicatrici, ricovero in ospedale e un bambino che smette di sorridere. 


(fonte ; https://www.vanityfair.it )